Domande ai candidati elezioni 2017

L'11 Giugno Alessandria voterà per il sindaco e la giunta comunale che guideranno la città nei prossimi anni, essendo parte della cittadinanza come singoli e come associazione abbiamo deciso di chiedere ai candidati la loro opinione sulle tematiche a noi care e alla loro disponibilità a collaborare con noi nella lotta contro l'omofobia e nel creare un clima di rispetto reciproco.

Abbiamo inviato a tutti i candidati una lettera con alcune domande dando loro la possibilità di risponderci per iscritto o di incontrarci per parlarne dal vivo. Nei prossimi giorni posteremo le risposte ricevute.

 

Di seguito l'elenco dei candidati e la lettera a loro inviata:

Domenico Campana (Ripresa d’Italia)

Gianfranco Cuttica di Revigliasco (Lega Nord; Forza Italia Berlusconi con Cuttica; Fratelli d’Italia Cuttica Sindaco; SìAmo Alessandria)

Gianni Ivaldi (LED Laboratorio di Energie per il Domani; Riaccendiamo Alessandria)

Emanuele Locci (Locci Sindaco; Direzione Italia per Locci; Alessandria Migliore)

Cesare Miraglia (Sindaco Cesare Miraglia Lista Civica; Verdi; Giovani Civici)

Maria Rita Rossa (Lista Rossa; Sinistra per Alessandria; Partito Democratico Rita Rossa Sindaco; Moderati per Rossa)

Michelangelo Serra (Movimento Cinque Stelle)

Oria Trifoglio (Quarto Polo Oria Trifoglio; Partecipazione Democratica Oria Trifoglio; Patto per Alessandria Oria Trifoglio)

 

Aggiornamento del 06/06/2017:
arrivano le prime risposte dai candidati sindaci:

  1. Sosterrà le iniziative e i progetti dell'associazione Tessere Le Identità al fine di promuovere e sensibilizzare a una sempre più viva cultura delle uguaglianze e contro ogni forma di omofobia e transfobia?Cuttica: Il mio impegno è quello di attivare ogni mezzo per evitare ogni discriminazione. Sostenere e appoggiare, quindi, i progetti di Tessere le identità diventa fondamentale al fine di sensibilizzare e approfondire tematiche e movimenti a sostegno delle scelte individuali.
    Ivaldi: Sicuramente. Noi riteniamo che una Comunità si costruisca giorno per giorno, mettendo insieme, componendo risorse e generando ricchezza nel rispetto delle persone, delle loro identità, delle differenze, dell'ambiente e delle regole.
    Rossa: Certo. Lo abbiamo sempre fatto e lo continueremo a fare.
    Trifoglio: Certo. Il lavoro che la vostra associazione ha fatto in questi anni è fondamentale e va sostenuto per promuovere la cultura del rispetto e dell'uguaglianza.
  2. Continuerà a sostenere con il Patrocinio del Comune di Alessandria le varie attività culturali proposte sul territorio?Cuttica: Certo, lo si evince dalla risposta precedente. Le persone sono uguali ma diverse. In questo concetto sta l'importanza dell'uguaglianza dei diritti contro ogni forma di omofobia, razzismo e transfobia.
    Ivaldi:
    Rossa: Vale la risposta di prima: lo abbiamo fatto e continueremo a farlo.
    Trifoglio:
  3. Durante il suo mandato, sosterrà l'associazione per costruire con il CUG del Comune di Alessandria un progetto di sensibilizzazione per il personale amministrativo?Cuttica: è uno dei compiti del comitato, è nato per garantire le pari opportunità. Penso sia utile non solo per approfondimenti all'interno dell'ente, ma anche per i cittadini.
    Ivaldi: Sicuramente, la macchina comunale deve essere formata ed orientata verso i cittadini in modo che nessuno si senta discriminato
    Rossa: Siamo disponibili a valutare e attuare una vostra proposta.
    Trifoglio: Certamente. Il compito dell'amministrazione è quello di avere personale sensibile e consapevole di una comunità sempre più ricca di differenze e "diversità".
  4. Quale sarà la sua risposta in merito alla possibilità di organizzare un Pre Gay Pride nella città di Alessandria?Cuttica: Io penso che non ci debbano essere differenze tra nessuno. Si parla di persone, non esistono differenze. O, perlomeno, esistono differenze in quanto individui. E' questo il bello dell'essere umano. Individui diversi che, però, no devono essere trattati differentemente come, per esempio, sul piano lavorativo. La persona deve essere valutata per quello che è. Per quanto riguarda il Gay Pride, io sono sempre un po' scettico su tutto ciò che va a deperimento dell'importanza di argomenti importanti. Su questo credo ci si possa scambiare idee e opinioni per arrivare a un obiettivo comune.
    Ivaldi: Affermativa con l’obiettivo di promuovere la cultura delle uguaglianze e contro ogni forma di discriminazione.
    Rossa: Direi di valutarlo insieme. Da anni partecipiamo ufficialmente al Torino Pride e ormai anche piccoli centri come Pavia e Reggio Emilia ospitano e organizzano I Pride. Farlo anche ad Alessandria è possible.
    Trifoglio: è un tema nuovo, dunque da discutere in maniera intelligente al fine di trovare il modo giusto per poterlo costruire assieme.

Leggi la versione completa della lettera ai candidati

Leave a reply